24 feb 2016

Reazione alla privazione dell'equilibrio • quando un dono ti destabilizza


La mia prima prova letteraria "saffica" e sono un po' in ansia...!


Reazione alla privazione dell'equilibrio quando un dono ti destabilizza


Una strana sensazione mi pervase il corpo e la mente appena la vidi alla fine del binario. Erano mesi che ci conoscevamo; un post, due chiacchiere in chat e qualche confessione telefonica ci avevano avvicinato al punto tale che già al nostro primo abbraccio capii subito:
Lei era da sempre nella mia vita!
«Ciao Laura!» il suo sguardo era ipnotico e più mi perdevo nel profondo dei suoi occhi, più mi sentivo attratta da lei.
Sorrise e in quel momento mi resi conto che le stavo fissando le labbra. Le volevo bene e per la prima volta sentivo il desiderio di esprimere il mio affetto con un gesto che mai avrei pensato di fare: baciare profondamente una donna.
«Ciao tesoro!» Avvicinai le labbra alla sua guancia frenando l’istinto di lanciarmi sulla sua bocca, le afferrai una mano e mi avviai verso l'uscita della stazione. Il calore delle nostre mani mi confondeva: accelerai il passo per uscire più velocemente possibile da quel caos e trovarmi sola con lei. Dovevo trovare quanto prima un taxi, dovevo arrivare a casa.
Non resistevo più.

Racconto presente nella raccolta intitolata "Reazioni" M.C.§E.H.©2016 CC-BY-NC-ND #WorkInProgressReazioni