11 gen 2015

LabWriting - Un Libro, un Autore - Emily Hunter 9° appuntamento



... pensavate che fosse finito tutto?  ;-)

Emily Vs Emily
Che dirvi di me, che non abbiate già scoperto dalle parole di Allie Walker e Mistery Danger?
Sono una 45enne “bipolare” che vive in mezzo alla natura cercando di rimpossessarsi di quel suo lato artistico che ha tralasciato per troppo tempo.
Un’ex-scultrice, un’ex-orafa, che per dovere impazzisce lavorando come segretaria e fa la grafica a tempo perso.
Per diletto mi perdo tra il fascino delle parole lette e scritte.
Per me non è mai facile parlare di me perché non vorrei mai disturbare le persone.
Forse è più semplice, e giusto, avervi fatto scoprire chi sono e cosa scrivo attraverso chi è riuscito a leggere tra le mie righe.

Quando Allie, nel gruppo di FB Lavori in – Scrittori in cerca di stile, chiese chi voleva fare da “cavia” per un tour tra gli autori, mi proposi subito perché l’idea mi sembrava buona e sicuramente diversa dalle solite proposte che si trovano in giro.
Ma mai mi sarei mai aspettata tutto questo… tutto questo enorme lavoro che è stato fatto senza nulla in cambio, ma solo perché si crede in quello che si fa.
Tanto di cappello a questa donna che nell’ultimo post si è definita, “sono solo un semplice contatto” perché se tutti i miei contatti fossero come te Allie, sarei una persona molto molto fortunata.
Io non sono una che si fa i “film” sulle amicizie, sono molto diffidente per quelle reali, e ancor di più per quelle virtuali, ma spero ci possa essere l’occasione di passare da quel semplice contatto a qualcosa di più.

Non posso che valutare questo “Tour Cavia” con un ottimo giudizio, perché pur essendo di parte, mi rendo conto che avete presentato, tu e Mistery, tutto quello che sono in modo obiettivo. Certo un che di soggettivo nelle riflessioni non può mancare, altrimenti diventa una cosa impersonale che si distacca dal proprio modo di valutare.
Valutare e non giudicare… secondo me la differenza è basilare.
Si valuta quello che si cerca di comprendere… si giudica solo quando ci si sente al di sopra di tutto e di tutti.
Questo è quello che avete fatto in questi giorni, con tutti i post scritti per presentarmi. Sono sicura che il rodaggio con una come me, porterà benefici… non sono certo una semplice da “sopportare”, con gli altri autori sarà una passeggiata. :D

Da tempo rifletto su quello che è il mio viaggio nella scrittura, viaggio che ha subito bruschi arresti, ma per il quale mi sto impegnando al massimo affinché diventi un viaggio indimenticabile.
Non scrivo per la fama o la ricchezza, ma, come quando scolpivo, lo faccio solo per liberare le mie emozioni sperando che possano diventare anche le emozioni di altre persone.
E leggere come possono vedermi le persone mi sprona a migliorarmi, riducendo al minimo quelle che sono le mie lacune.
Non posso che ringraziarvi con tutto il cuore, lasciandovi un altro pezzetto di me con la foto che vi mando a corolla di questo post. Sarà solo un occhio (mettere il mio logo sarebbe stata una scelta sterile), ma come si dice, gli occhi sono la porta dell’anima e voi quella porta l’avete spalancata.

Milena… (alias Emily Hunter)