18 ago 2014

Creative Writing... Lavori in corso - Scrittori in cerca di stile #3

Creative Writing #3 - Drabble.




"Era una notte buia e tempestosa"... Continua a scrivere una storia  in 100 parole (Drabble) né una di più né una di meno. Devono esserci anche le seguenti parole: scimmia, spazio, numero, scusa, merlo.


Visto che tra "Era una notte buia e tempestosa - scimmia - spazio - numero -  scusa-  merlo" restano solo novanta parole ed è la prima volta che cerco di scrivere una drabble mi sono fatta prendere la mano. Eccone quattro, spero che almeno una sia decente. P.s. In aereo mi rompevo le @@.


1) 
Era una notte buia e tempestosa ma l'aereo decollò senza problemi, facendosi spazio tra le nuvole grigie. Guardando dal finestrino cercai di dare loro una forma: una scimmia, un merlo, un numero.
Era un gioco per non pensare ai lampi che illuminavano a giorno quel cielo cupo. Un ultimo lampo mi fece sussultare.
«Tranquilla, ormai siamo sopra le nuvole!» mi girai e vidi che il ragazzo accanto a me, mi accarezzava una mano.
"Biondo, occhi azzurri... un angelo?" Pensai sorridendogli.
«Scusa!» con riluttanza allentai la presa sulla sua mano, la stavo stringendo con forza.
Viaggiavo sempre da sola. Quella fu l'ultima volta.

E.H.

2) 
Era una notte buia e tempestosa, la voglia di lavorare era poca e non avevo nemmeno una scusa per andare via prima. Cercai di farmi spazio tra gli scatoloni appena scaricati.
Merlo e Scimmia avevano uno stile tutto loro per accatastare la merce in malo modo.
Non potevano avere soprannomi migliori: Scimmia era tarchiato e peloso, Merlo aveva il naso che sembrava un becco.
«Ehi voi due vedete di smettere di fare il vostro numero da circo, e organizzate meglio questi colli.»
Scimmia mi guardò sbadigliando, dette un cazzotto alla spalla del comare e con molta flemma sistemarono il caos creato.

E.H.

3)
Era una notte buia e tempestosa ed io avevo voglia di una donna che non fosse una scimmia ammaestrata. 
Mi guardai intorno, nel locale lo spazio era limitato.
«Perdonami, mi hanno spinto!» Ogni scusa era buona per tastare il culo alle ragazze.
«Merlo se non la smetti di fare in cretino, credo che stasera, ti porterai a casa un numero illimitato di schiaffi... altro che una donna da scopare!»
Sornione guardai Eva. Quella barista conosceva le mie tattiche da rimorchio, meglio di me.
«Potresti essere tu quella da scopare, no?» Se non mi fossi allontanato velocemente, avrei preso il primo schiaffo della serata.

E.H.

4)
Era una notte buia e tempestosa quando Allie Walker chiese a Mistery Danger se una scimmia potesse capire le regole del  gruppo, meglio dell'ennesimo spammista.
Il numero dei post non graditi aumentò a dismisura e non servirono a nulla i vari avvisi, le insulse risposte degli spammisti erano sempre la stesse: "non ho visto il regolamento", "ma non ho fatto nulla di grave", "non c'é libertà di parola"... Allie inviperita corse ai ripari. Anarchia pura, post eliminati, spammisti cacciati. Infine a guardia delle semplici regole, mise il merlo di uno del gruppo, di cui ora non ricordo il nome... Scusa! :(

E.H.



Lavori in corso - Scrittori in cerca di stile * Facebook Group